Incontro della Consulta degli Immigrati residenti del Comune di Trieste con il Sindaco Roberto Cosolini e la Vicesindaca Fabiana Martini presso la sede di piazzetta Tor Cucherna nella giornata di giovedì 24 settembre 2015

IL SINDACO COSOLINI IN VISITA ALLA ‘CONSULTA DEGLI IMMIGRATI RESIDENTI’ DEL COMUNE IN PIAZZETTA TOR CUCHERNA

Il Sindaco Roberto Cosolini, assieme alla Vicesindaca Fabiana Martini, ha effettuato una visita alla sede della Consulta degli immigrati residenti del Comune, in piazzetta Tor Cucherna. Ad accoglierlo, il Presidente, Hector Sommerkamp con la Vicepresidente Lidija Radovanovic e altri membri, tra cui Hilda Consuelo Cique, Iryna Merdova, Najada Kurti, Antonina Tea Sala e Qian Zhan (sostenitore). Nel corso del cordiale colloquio, sono stati affrontati vari temi, tra cui l’attesa modifica al regolamento con la costituzione della nuova Consulta e dei suoi membri, che sarà pronta a breve, i positivi rapporti con i componenti delle numerose comunità presenti a Trieste accanto, per contro, alle difficoltà di accettazione e di integrazione sociale che spesso incontrano soprattutto in questo delicato periodo di crisi con l’arrivo di nuovi migranti. Lodevole, per quanto riguarda il ruolo della Consulta – ha evidenziato la Vice Radovanovic – il prezioso tramite delle istituzioni e del Comune “che ci ha aiutato a superare ampie problematiche”. “I nostri uffici – ha aggiunto – al momento attuale sono aperti al sabato dalle 10 alle 12, mentre gli altri giorni funzionano molto bene le comunicazioni via facebook, anche col supporto dello sportello informativo per stranieri di piazza Dalmazia che è a disposizione ogni giorno, dal lunedì al venerdì”. Il Sindaco ha rivolto un elogio all’opera svolta in quasi un ventennio dal Presidente Sommerkamp che ha visto in tanti anni cambiare la mentalità della città e superare contraddizioni e malintesi. Sono stati fatti molti passi avanti – ha detto – bisogna farne ancora tanti in uno scenario difficile che sconvolge equilibri, destinato a durare, e che richiede una gestione politica molto al di sopra di noi, con la ridistribuzione sul territorio per far fronte a nuovi arrivi. Più che mai è necessario lavorare assieme per far superare alla città questa fase non avendo paura del confronto”. A tale proposito, Sommerkamp e Cosolini hanno concordato la necessità di organizzare iniziative e occasioni di conoscenza fra le diverse comunità e i cittadini, anche con incontri informali, feste e altro ancora. “Lavoreremo su due obiettivi: favorire momenti di dialogo e formazione sulla crisi che stiamo vivendo e cogliere l’occasione delle festività quale momento simbolico importante per realizzare un evento, per dire che la comunità è fatta dalla comunità intera e che in definitiva siamo tutti triestini.”

RF/